Come preparare una marmellata senza zucchero

Chi l’ha detto che la marmellata non può essere preparata senza zucchero? Con la scelta dellafrutta più adatta e qualche trucchetto casalingo,  anche la regina incontrastata delle preparazioni dolci fatte in casa può trasformarsi in una bontà meno calorica ma ugualmente gustosa e genuina, perché preparata senza conservanti o dolcificanti di dubbia provenienza.

 

Inoltre, la marmellata senza zucchero rappresenta un modo intelligente per utilizzare la frutta che rischiamo di gettare via: per prepararla, infatti, utilizzeremo frutti molto maturi, quindi zuccherini, oppure potremmo aggiungere una mela ogni 500 grammi di frutta che con la suapectina naturale donerà una consistenza densa e cremosa alla nostra marmellata addolcendola quanto basta perché non risulti aspra.

ECCO IL METODO PER… Farsi la marmellata in casa

Le varianti per preparare un’ottima marmellata sugar free sono davvero infinite: albicocche pere, mele cotogne, fragole, mele e uva sultanina, cosi come gli ingredienti che potrete sbizzarrirvi ad aggiungere per dare quel ‘tocco in più’ che non guasta mai alla vostra marmellata. Via libera dunque alla fantasia e al vostro estro culinario con cannella, zenzeroliquirizia peperoncinoper sperimentare abbinamenti gastronomici sempre nuovi.

POTREBBERO INTERESSARTI: 

Qualsiasi sia la frutta scelta, la ricetta base prevede sempre gli stessi ingredienti:

  • 500 gr di frutta (fragole, albicocche o pere)
  • il succo di ½ limone
  • ½ bicchiere d’acqua
  • 1 mela tagliata a pezzetti
  • 1 cucchino di semi di chia macinati (ottimi per la marmellata di fragole), cannella (in abbinamento con quella di pere, uva sultanina o mele) o zenzero (pere)

Ecco la ricetta per preparare un’ottima marmellata senza zucchero ‘home-made’

Preparazione. Dopo avere lavato accuratamente la frutta e averla tagliata a pezzetti senza levare la buccia (soprattutto se la provenienza della frutta è biologica) lasciatela macerare in una ciotola per almeno un’ora con il succo di limone e unite la mela che grazie alla presenza del limone non scurirà.

marmellata albicocche

Una marmellata senza zucchero è meglio per la linea e per la salute

Versate quindi la frutta in una pentola alta e lasciate cuocere a fuoco dolce per circa 40 minutiaggiungendo durante la cottura l’acqua e le spezie preferite. Mescolate di tanto in tanto e raggiunta la giusta densità togliete dal fuoco. Se preferite una marmellata omogenea, potete frullarla per eliminare i pezzi di frutta più grandi.

Cominciate a trasferire nei barattoli di vetro la marmellata ancora bollente, chiudete con gli appositi tappi/coperchi e capovolgete ogni barattolo su un ripiano in legno o un tagliere. Lasciate riposare in questo modo per almeno 48 ore.

SCOPRI LA NOSTRA: Mini-guida alle tecniche di conservazione domestica

La marmellata potrà essere conservata in un luogo fresco e asciutto per circa 3 mesi e incorporata in svariate ricette e preparazioni. Ovviamente, per godere a pieno di tutta la bontà di una marmellata naturale fatta con le vostre mani, il consiglio è quello di consumarla sulle fette biscottate o il pane tostato per una prima colazione o una merenda davvero energetica.

Di Erika Facciolla

Fonte:www.tuttogreen.it

Rispondi