Cos’è un oleolito e come farselo da soli

Cos’è un oleolito : scopriamone insieme tutte le proprietà e come imparare anche a farvelo da soli in maniera naturale

 

Ecco una ricetta facile facile per farsi l’oleolito, un olio aromatizzato e filtrato che aiuta le pelli delicate e previene gli arrossamenti. Si può usare anche per fare massaggi rilassanti e come doposole per le sue azioni lenitive, calmanti e riposanti. Qui alla camomilla, ma il principio è lo stesso per altri tipi di essenze come salvia, dalle proprietà anti-sudoranti, o il timo, dal forte potere antisettico. L’unico ingrediente naturale che è meglio evitare per fare un oleolito, è la mandorla dolce, perché tende a irrancidire!

Per fare 1/2 litro di oleolito servono:

  • 100 gr di capolini (la parte interna gialla dei fiori) di camomilla secchi
  • 1/2 l d’olio extravergine di oliva

Fai macerare la camomilla in un barattolo di vetro a chiusura ermetica insieme all’olio, tenendolo in un luogo caldo, al buio, ma non appoggiato direttamente sulla fonte di calore (come ad esempio un calorifero). Una volta al giorno scuoti il barattolo e dopo una ventina di giorni filtra l’olio passandolo attraverso una tela leggera, (un vecchio lenzuolo, una garza di cotone o un collant) e spremendone (o schiacciando con un cucchiaino) il residuo. L’oleolito si conserva in una bottiglia di vetro scuro, in un luogo fresco e al buio per alemno un paio di mesi.

VAI ALLE GUIDE TUTTOGREEN: nella sezione Benessere e Salute trovi numerose ricette per creare da soli un deodorante ma anche tanti altri cosmetici in modo naturale.

Per aver invece un’azione più protettiva, antiossidante e stimolante, si può fare un oleolito alla salvia. Seguendo le stesse procedure di quello alla camomilla, si utilzzano le foglie. Va bene per rizioni su tutto il corpo.

Noto per il suo potere antisettico, può essere anche fatto l‘oleolito al timo (solo le cimette fiorite) per lenire e guarire piccole escoriazioni e brufoli.

Fonte:www.tuttogreen.it

 

Rispondi